Cibi buoni, cibi cattivi…

Risultati immagini per cena quadro

Siamo seri. Vogliamo veramente credere che mettendo insieme ingredienti “salutari” (qualunque cosa voglia dire al di fuori del contesto “stile di vita”) ne uscirà fuori una ricetta salutare? O, viceversa, mettendo insieme ingredienti non sani (o definiti così) ne uscirà sicuramente fuori una ricetta che farà male alla nostra salute?
Leggo ovunque ricette modificate con alimenti “buoni” che avrebbero la pretesa di farci mangiare meglio: le principali modifiche riguardano la sostituzione del latte vaccino coi latti vegetali, la sostituzione della carne col tofu, l’uso della farina integrale al posto di quella bianca, l’uso di cereali “strani” al posto di pasta o riso, l’abolizione delle uova sostituite con addensanti vari (di solito vegetali), l’utilizzo di verdure o frutti “speciali” invece di altre che apparentemente non lo sarebbero non avendo dimostrato (di solito dentro una provetta) particolari proprietà antitumorali, anti diabetiche, antinfluenzali…

E allora nascono i cannelloni integrali al ragù di tofu con besciamella di latte di avena. Che mi fanno andare ai matti. E che non sono certamente più sani dei vecchi cari cannelloni della nonna fatti con tutti i crismi.

Basta ricordare che, quando si decide di mangiarli, sia gli uni che gli altri vanno declinati al singolare: IL CANNELLONE.

Buon feste.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.