La dieta del ghiaccio

Quando si tenta disperatamente di dimagrire, a volte si ricorre a pratiche molto fantasiose e non totalmente esenti da rischi.

 
Una di queste (che si avvicina più a un disturbo del comportamento alimentare secondo me) è quella di mangiare GHIACCIO!
L’idea strampalata di un gastroenterologo americano, poi sviluppata e “migliorata” da una giornalista che ne ha scritto un libro (e seguita da varie star americane come Jennifer Lopez e Demi Moore) si fonda sul concetto che per portare il ghiaccio alla temperatura corporea il nostro organismo debba spendere energia e questo favorirebbe il dimagrimento.
L’affermazione è corretta fino a “favorirebbe il dimagrimento”.
 
Se è vero quanto afferma il gastroenterologo che mangiare un litro di ghiaccio farebbe bruciare 160Kcal (non so come abbia fatto questo calcolo) ci vorrebbero circa 44litri di ghiaccio per perdere un kg di massa grassa!
Avete idea di cosa significhi buttare giù UN SOLO LITRO di ghiaccio?
 
Chiaramente la dieta del ghiaccio prevede che si abbini una alimentazione ipocalorica, ma questo viene detto sussurrando….
 
La dieta si è evoluta con consigli “minori”. La giornalista che ha scritto il seguito consiglia di mangiare cibi freddi, di fare docce gelate, di bere acqua ghiacciata, di finire i pasti con ghiaccioli e fare entrare in casa aria fredda d’inverno tanto per “stimolare” il metabolismo.
 
Questo è il classico esempio di come un principio fisico/biologico corretto si scontri con l’impossibilità pratica di metterlo in atto e con una errata valutazione dell’ENTITA’ dell’effetto che si vuole ottenere.
 
Fra l’altro questi comportamenti non sono esenti da rischi: pensate allo stress termico che i vostri denti subiscono introducendo ghiaccio in quelle quantità! Se vi va l’idea di rischiare la frantumazione dello smalto fate pure.
 
Volete avere qualche chanche in più di dimagrire col freddo? Andate a vivere in Alaska, stateci una ventina d’anni, tagliando alberi ed esponendovi al freddo in modo costante per almeno 8 ore al giorno poi tornate e vediamo (perchè anche così il risultato non è mica garantito).
 
Se volete avere un’idea del perchè il freddo potrebbe avere una influenza sul dispendio energetico guardate qui, l’argomento è davvero affascinante:
 
http://www.gabrielebernardini.it/grasso-bianco-grasso-bruno/
 
Ma lasciate perdere la Ice Diet.
Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *