La “rivolta” della dieta mediterranea

C’è un gradiente nord sud di obesità in Europa.

Qui sono mostrati i valori relativi ai bambini di 6-9 anni (dati WHO Europe). La prevalenza maggiore è concentrata negli storici paesi della dieta mediterranea.

I bambini italiani sono i più grassi dopo quelli greci, seguiti dagli spagnoli.

I paesi nordici mostrano invece prevalenze molto più rassicuranti.

Un lettore prevenuto (magari uno che segue Panzironi) e poco accorto potrebbe dire “visto? La dieta mediterranea fa ingrassare! L’ho sempre detto io!”.

Ma si sbaglierebbe.

La verità è che in Svezia (per esempio) oggi si è molto più aderenti al modello Mediterraneo, mentre in Italia si va verso quello americano (pur rimanendone ancora lontani).

Lo mostrano lavori come questo: http://tinyurl.com/yxbul79r che hanno analizzato le abitudini alimentari dei bambini di vari paesi europei dando punteggi di “mediterraneità” alle diete seguite dai bambini, evidenziando come punteggi più mediterranei siano quelli dei paesi a nord.

Qui si mangiano più vegetali, carboidrati e fibra, meno zuccheri semplici, grassi saturi e proteine.

Strano ma vero.

Di mediterraneo qui c’è rimasto solo il mare.

Il caro Dottor Keys si rivolta nella tomba.

Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.