Per mangiare bene…

Per mangiare bene non abbiamo bisogno di sapere cosa sono i betaglucani, gli isotiocianati o i polifenoli. Non ci serve conoscere come agiscono l’insulina, gli antiossidanti e i radicali liberi.
Non è neppure necessario sapere cos’è l’amido, cosa sono gli aminoacidi o gli acidi grassi.
Non ci frega niente dell’insulinoresistenza e della sindrome metabolica. E neanche delle calorie.
 
Noi NON mangiamo nutrienti, NON mangiamo molecole. Noi mangiamo ALIMENTI.
 
Abbiamo bisogno solo di avere la consapevolezza di QUANTO dobbiamo mangiare in termini di porzioni e di cosa preferire nella vita di tutti i giorni.
Dobbiamo sapere che il cibo non cura, che non possiamo pretendere che tutto si risolva mangiando. Certo, la nostra salute dipende anche da noi e dai nostri comportamenti, ma non dobbiamo complicarci la vita (o farcela complicare) ricercando abbinamenti magici, diete miracolose e dando credito a strani personaggi che ci consigliano strane pratiche chiedendoci tanti soldi.
 
Perciò: mangiamo meno di tutto, se siamo sovrappeso. Mangiamo soprattutto vegetali, pochissimi prodotti animali e muoviamoci molto.
 
E non riponiamo nel cibo le nostre ansie, paure e insicurezze. Mangiare è soprattutto piacere, ma non è un anestetico delle emozioni. Non dà la felicità. La felicità non può essere ridotta al mero piacere, è qualcosa di più profondo e spirituale.
 
Meditate gente.
 
(Mi sto berrinizzando)
Condividi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.