Categorie
Alimentazione e salute Miti e bufale

Una bella frittura per “ripulire le vie biliari”

1. In condizioni di salute le vie biliari sono libere. Non vedo perchè dovremmo liberarle.

2. In alcune situazioni, all’interno della cistifellea (che è quel piccolo organo che “dosa” la bile) si possono formare calcoli di colesterolo per un eccesso di questo componente rispetto ai sali biliari e agli altri componenti della bile stessa (la bile è il liquido che ci permette di digerire i grassi, emulsionandoli e facendo in modo di poter essere aggrediti dagli enzimi pancreatici).

Se arriva un alimento molto grasso e/o siamo abituati a mangiare molti grassi (magari anche in grandi quantità in un unico pasto) e/o siamo sovrappeso (con maggiore escrezione di colesterolo da noi prodotto), si produrrà una bile con pochi sali biliari (che sono quelli che aiutano la digestione dei grassi) e molto colesterolo e quindi aumenterà la possibilità di formazione di calcoli della cistifellea.

Perciò se vogliamo prevenire i calcoli (e alcuni soggetti sono anche più a rischio per predisposizione personale) dobbiamo restare magri/dimagrire e non eccedere coi grassi nella dieta.

Una frittura non fa altro che richiedere all’organismo un sacco di bile con l’effetto di:

1. Non produrre nulla di particolare a livello della cistifellea e dei dotti biliari, se siamo bravi, magri e mangiamo bene non facendo fritture e non mangiando grassi in eccesso come abitudine. La bile verrà prodotta in più per digerire il carico di grassi maggiore e fine.

2. Aumentare il rischio di calcolosi, se siamo sovrappeso, mangiamo male e la nostra dieta è iperlipidica, perchè una “botta” di bile (ricca di colesterolo) aumenta la probabilità di formazione dei calcoli.

Non mi pare molto intelligente CONSIGLIARE una frittura per uno scopo del genere, perché non ha senso.

Non c’è nulla da “pulire” se non siamo a rischio, si va a “sporcare” di più se lo siamo, col rischio di calcoli aumentato.

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.