Categorie
Alimentazione e salute

In fondo dimagriamo sempre (pensiero positivo)

Una persona con un metabolismo a riposo di 1300Kcal giornaliere, brucia ogni minuto 0,9Kcal. Così, senza far niente.

Da mezzanotte alle 7 di mattina, ora della sveglia, ha già consumato 378Kcal ed è dimagrita di 54g

Poi magari fa una colazione di 300Kcal che utilizza per le varie necessità metaboliche, ma rimane in deficit di 78Kcal e quindi è sempre “sotto” di 11g.

Beh ha cominciato bene, no? Poi prenderà a muoversi, magari si lava, si veste, si rade, si fa la ceretta. Magari scende le scale e prende l’auto per andare al lavoro. Seppure poco, come purtroppo capita oggi, brucerà qualcosa in più rispetto alla “base”.

E allora facciamo che il suo dispendio calorico totale giornaliero sia di 1600Kcal (pochino in effetti, perchè è sedentaria). In media brucerà ogni ora 66,6Kcal (è venuto fuori il numero della Bestia, chissà perchè).

Se prendiamo questa media come esemplificativa di tutta la giornata, dalle 7 alle 13, ora del pranzo, avrà bruciato quasi 400Kcal e perso 57g.

Da mezzanotte fanno 865Kcal bruciate. Con una colazione di 300 e un pranzo di 500, rimane in deficit di 65Kcal, cioè circa 10g di grasso persi.

La giornata prosegue e, se i pasti sono ben pianificati potrebbe arrivare a mezzanotte con un deficit di, diciamo 200Kcal.

Cioè circa 30g persi. Sembra poco? Se lo fa ogni giorno, sono 210g a settimana e 840g in un mese. In 6 mesi son 5Kg.

Da qui si impara che è la costanza che conta.

Beh in effetti potrebbe spendere un po’ di tempo per alzare il dispendio calorico totale facendo qualche passeggiata, usando le scale invece dell’ascensore, parcheggiando più lontano e camminando 10 minuti per arrivare al lavoro, alzandosi dalla scrivania ogni tot minuti e facendo due passi.

Magari potrebbe anche rinunciare a quel dolcetto in più, a 10g di pasta, a 20g di pane e mettere un goccio di olio in meno nelle pietanze. Potrebbe non bere alcolici e bevande zuccherate.

Così aumenterebbe il deficit e continuerebbe a dimagrire.

In fondo dimagriamo sempre. Se lo vogliamo.

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

2 risposte su “In fondo dimagriamo sempre (pensiero positivo)”

Rispondi a Fabio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.