Brusio

Brusio.

Guardate questo video.

Oltre ad essere un video attuale e meravigliosamente terribile è anche, secondo me, una rappresentazione magnifica della crescita esponenziale.

La pace dei due sposi prima del dramma è la fase silente, iniziale e nascosta del numero di soggetti infettati.

Il brusio che si avverte a un certo punto, il vento che si alza e la paura che si legge negli occhi di lei (fermate le immagini e guardate bene!) sono il punto di flesso della curva, il momento in cui qualcosa comincia chiaramente a cambiare, ma non si capisce ancora bene cosa stia succedendo. Però, questo è il breve (breve!) lasso di tempo entro il quale sarebbe opportuno mettersi ai ripari per frenare l’andamento dei contagi (e credo che grosso modo ci siamo dentro adesso e c’eravamo a metà febbraio).

E poi, poi avviene quello che la matematica delle esplosioni, dei virus e di altri fenomeni biologici impone.

E dopo non c’è altro da fare che curare i feriti, raccogliere le macerie….e anche i cadaveri.

Non è questione di essere pessimisti o meno.
È questione di avvertire e saper riconoscere il brusio.

Fate attenzione. Non abbassate la guardia.

Brusio.

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.