Categorie
Miti e bufale Studi scientifici

I test genetici per la nutrizione personalizzata

Ci sono in giro una sacco di sedicenti nutrizionisti che propongono sempre più spesso test genetici per “personalizzare” la dieta sulla base del proprio “DNA”. Di solito viene fatto un prelievo di mucosa buccale che viene poi sottoposta ad “analisi”. Alla fine il medico o il biologo propongono una dieta o delle indicazioni sugli alimenti da evitare o da preferire.

La nutrigenomica (come il cibo influisce sulla espressione dei geni) e la nutrigenetica (come il nostro patrimonio genetico ci predispone verso la preferenza per alcuni alimenti e non altri) sono campi in divenire estremamente interessanti ma attualmente non esistono sbocchi clinici. Esiste unicamente la ricerca. Forse si vedrà qualcosa fra 10 o 20 anni.

Pertanto tutto quello che trovate in rete e/o che qualche professionista vi propone, attualmente è da considerarsi fuffa. Come al solito, fuffa costosa.

Siccome ci si mettono anche i testimonial famosi adesso, come se non bastassero i nutrizionisti che arrotondano lo stipendio in questi modi poco etici, mi premeva dirvelo. Non vi fidate.

Che poi alla fine i responsi sono sempre abbastanza generici, tipo “mangia tanta frutta e verdura ma non le melanzane”. Oppure “niente carboidrati dopo le 17.38 perchè il tuo DNA dice che non li metabolizzi”.

Ecco, le melanzane e le 17.38 le mettono lì per far vedere che sono seri, perchè dire mangia meno e muoviti di più, oggi pare troppo brutto.

“L’applicazione pratica della genomica nutrizionale per malattie croniche complesse è una scienza emergente e l’uso dei test nutrigenetici per fornire consigli dietetici non è pronto per la pratica dietetica di routine”

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24439821

https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S2212267220303373

https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S2212267220303361

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.