Categorie
Alimentazione e salute Miti e bufale

La dieta antinfiammatoria

Dopo la litania sul picco/indice glicemico, l’insulina e la sua resistenza, al secondo posto nella classifica dei meme nutrizionali si posiziona la dieta antinfiammatoria (forse a pari merito col digiuno).

Credo che la maggioranza di coloro che si riempiono la bocca con questi termini non sappia neppure di cosa parla ed è lì che scatta l’inghippo: si rende complesso un atto semplice e si confondono le idee alla gente.

Tutti quei paroloni, chi mette in pratica l’atto di mangiare, non li dovrebbe neppure aver sentiti.
SE mangiassimo bene ALLORA mangeremmo in modo da fare una dieta antinfiammtoria, terremmo tranquilla l’insulina, il digiuno sarebbe spontaneo e non codificato, l’indice glicemico sarebbe basso e via discorrendo.
Non esistono cibi antinfiammatori, ma solo diete o meglio stili di vita.
La dieta mediterranea è di per sé antinfiammatoria perchè chi la fa davvero è normopeso (fondamentale per non produrre sostanze infiammatorie), mangia prevalentemente vegetali e riduce molto gli animali (ottenendo così un equilibrio ottimale tra grassi “buoni e cattivi”).

Alla fine è tutto qua. Non ci sono diete speciali, alimenti da preferire in particolare, beveroni fatti con piante esotiche, pratiche astruse, combinazioni magiche. La dieta è una.
Ma non pensiate che sia curativa. Al massimo è preventiva.

Quando sento “mi hanno prescritto una dieta antinfiammatoria” io non capisco. Non è una dieta speciale, è come dovremmo mangiare tutti.

Per esempio la dieta antinfiammatoria NON È togliere glutine e latte perchè i singoli alimenti non sono né dei farmaci né dei tossici!

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.