La “Dieta del…”, la “dieta di…”

Qualsiasi dieta o modo di mangiare che si concentra su un UNICO fattore è da guardare con estremo sospetto. No, anzi, non va proprio presa in considerazione.

Spesso queste diete appaiono su libri (o vengono propugnate da qualche esperto online).

Un libro è pur sempre un libro. Deve vendere e non c’è quindi nessuna “revisione dei pari” come avviene nei lavori scientifici.

Se io domani mi sveglio e mi invento la Dieta del Marmo di Carrara che prevede di ingerire polvere di marmo ad ogni pasto rivolgendosi verso le Sacre Cave di Carrara (e come corollario, en passant, aggiungo che si devono abolire i carboidrati, che il pane è velenoso perché fatto col grano invece che col Sacro Marmo e altre puttanate del genere) a me nessuno dirà mai “Bernardini che diavolo dici? queste affermazioni devono passare attraverso le forche caudine della verifica scientifica! sennò sono solo chiacchiere e distintivo!”

Nessuno esaminerà la fondatezza delle mie assunzioni.
Col libro basta trovare un editore. Fine.

Ma la dieta comunque “funzionerà”. NON per la polvere di marmo, ma perchè ho tagliato via un intero gruppo nutrizionale e una fetta di calorie gigantesca. Dimagrirò (e probabilmente perderò anche muscolo, cosa non bella) e starò meglio perchè perdere peso fa stare meglio, ma la polvere di marmo non sarà stata la responsabile. E’ messa lì unicamente per rendere la dieta magica. Come piace a noi.

Solo che non avrò guadagnato salute. Perchè dimagrire non deve essere fine a sè stesso, ma un mezzo per migliorare il nostro stato di salute. Avendo tagliato via un gruppo alimentare introdurrò meno micronutrienti importanti, per esempio (a parte il calcio del marmo, quello no) e la velocità di perdita ponderale mi farà soltanto inflaccidire mettendo una seria ipoteca su ripristino del grasso una volta terminata la dieta magica.

Perchè questo sono le diete commerciali: causa di yo-yo perenne. Il peso si perde e si riprende. E pian piano la salute se ne va.

Ecco, così ora sapete come comportarvi quando arriverà la prossima moda.

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.