Categorie
integratori

La forskolina e i “fat-burners”

Uno dei tanti prodotti inutili che vi potete risparmiare.

La forskolina fa parte del grande gruppo dei cosiddetti “fat-burners”.

Sono estratti di varie piante che agiscono fondamentalmente in modo da aumentare la termogenesi e cioè, diciamo così, dirottare parte delle calorie introdotte col cibo in calore, dissipandole anziché accumularle.
E’ in buona compagnia: caffeina, tè verde, capsaicina, acido clorogenico, ecc.

Per la forskolina in particolare gli studi su esseri umani sono pochi, ma hanno fornito alcuni risultati interessanti (sebbene di piccola entità, cioè il peso perso rispetto a chi non assumeva il prodotto differiva di poco) che vanno però ripetuti per essere confermati e anche per vederne la sicurezza nel lungo termine.

E’ stata anche usata in combinazione con inibitori della lipasi pancreatica in modo da agire su due fronti, da una parte aumentare la termogenesi appunto e dall’altra togliere un po’ di enzimi che digeriscono i grassi in modo che questi sfuggano via (e li ritroviamo nelle feci, il che non è piacevole).

Insomma nulla di miracoloso (sennò avremmo sconfitto l’obesità non vi pare?).

Però ovviamente questi fat-burners sono già in commercio e promettono miracoli.
C’è da dire che i miracoli come li vorremmo noi non esistono: cioè, non funziona che prendi la pillola, ti mangi un bue e ti bevi l’impossibile e il giorno dopo dimagrisci stando sul divano SOLO per aver preso l’integratore. Ci vuole una alimentazione ipocalorica accompagnata da attività fisica.

Fra l’altro l’attività fisica è il vero “fat-burner”, molto più efficace e potente di qualsiasi sostanza perchè non solo aumenta la termogenesi (assieme alla esposizione al freddo), ma induce una aumento del tono muscolare, il che produce successivamente un dispendio energetico anche a riposo, cosa che non fanno queste sostanze. E poi muoversi fa bene per mille atre ragioni: aumenta la fitness cardiovascolare, abbassa pressione, colesterolo e glicemia, rinforza le ossa, riduce il rischio tumorale…

In conclusione, niente fat-burners direi. Al limite una bella pasta alla arrabbiata con tanto peperoncino, quella si.

https://tinyurl.com/mrxdwz92

https://tinyurl.com/5d374fy6

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

2 risposte su “La forskolina e i “fat-burners””

Un grazie di cuore per come scrivi e per quello che scrivi. Non ti curar di loro ma guarda e passa. Siamo sommersi dagli ignoranti. ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.