La posta del cuore (di uovo)

Oggi è la giornata internazionale dell’orgoglio Uovo Intero (non è vero l’ho appena inventata, ma ci vorrebbe)

Per l’occasione mi scrive albumina89, lievemente stranita:

“Oh pessimamente intero Dottor Somma, io sono una No-Tuorlox convintissima!!!
Separo tuorli da albumi continuamente e nessuno MAI potrà convincermi a mangiare un uovo intero! La sola idea mi ripugna. L’uovo intero è il male, il tuorlo cambia il mio DNA e lei fa parte di una dittatura nutrizionale che ci vuole tutti schiavi delle frittate! Questa imposizione non la posso accettare!
L’uovo intero uccide perché ci sono troppi grassi saturi, troppo colesterolo e…e…antinutrienti! Ecco! Un sacco di antinutrienti che mi uccideranno fra 18 mesi esatti!

Maledetti, ci volete tutti omologati, anzi omelettati!!!!”

“Cara albumina89, prima di tutto STAI CALMA.
Che male ti ha fatto l’ovetto? Tua nonna lo mangiava intero e ha fatto tua mamma che ha fatto te (azz facesse male davvero?) e non è mai successo niente di grave.

Un uovo intero ha solo 5,3g di grassi e solo 1,9 sono saturi. Il resto sono insaturi e quasi 2g sono addirittura monoinsaturi (quelli dell’olio di oliva per intenderci). Se pensi che in una dieta da 2000kcal con il 30% di grassi (e massimo il 10 di saturi) un uovo contribuisce solo per l’8% dei grassi totali (e il 9% dei saturi) capisci che non è quello il problema (il problema semmai sono i dolci e le carni grasse o i formaggi). Anche il colesterolo non è un problema visto che quello contenuto nei cibi solo in minima parte è legato a quello che troviamo nel sangue (il resto lo produciamo noi quando ingrassiamo e/o mangiano troppi dolci, carni grasse e formaggi).

Un uovo ha anche le sue belle proteine (7,5g) se è quello che ti interessa (lo so che è quello) e non serve farsi pere di albumi per loro perché non ci mancano nella nostra alimentazione, fidati. Le proteine le prendi sopratutto da cereali e legumi.

Non c’è motivo di avere paura dell’uovo intero, ma tu sei libera di fare ciò che vuoi, basta che non impedisci a chi lo vuole mangiare di farlo perché così vai contro la sua libertà di scegliere una cosa che, nelle giuste quantità e all’interno di una dieta varia, fa bene alla salute.

Cari addendi, se avete un problema che v’accora, un dubbio che ve rode, scrivete alla posta del cuore (di uovo). Troverete sempre un po’ di sconforto nella Somma.

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.