Talassemia e fortuna

La talassemia (anche detta anemia mediterranea) è una malattia che provoca anemia.

Ne esistono varie “sottoclassi”, ma fondamentalmente il punto è che i globuli rossi vengono “su male” per motivi genetici.
Sono stortignaccoli si rompono (e questo provoca l’anemia) e facendo ciò rilasciano il loro ferro in giro.

Il che può dare emocromatosi per sovraccarico dei tessuti e quindi rischi per salute anche importanti.

Nei casi peggiori (beta-talassemia major) ci vogliono:

1. Trasfusioni per fornire globuli rossi funzionanti e
2. Terapia chetante (cioè sequestrante) del ferro per acchiappare il ferro che sta in giro e per evitare ulteriore ferro dalle trasfusioni.

Nei casi migliori (talassemia minor) non c’è molto da fare, se non controllarsi periodicamente, e a livello dietetico si suggerisce di non esagerare col ferro alimentare (poca carne rossa, niente alimenti fortificati). Una dieta non diversa da quella suggerita per le persone sane.

Nelle persone trasfuse e in terapia chelante invece la dieta è ancora meno importante.

Ma una cosa è fondamentale: NIENTE integratori di ferro! (È possibile suggerire altre integrazioni se la malattia è grave e ci sono mancanze non sanabili col cibo. Spesso si integra con acido folico).

Che lo forniamo a fare il ferro quando già è in giro a far danni? Mica è una anemia sideropenica!

Quindi è davvero demenziale che dei medici li prescrivano peggiorando potenzialmente la situazione (testimonianza ricevuta oggi nel gruppo Facebook).

Io vorrei dire una cosa: non penserete mica che io conosca queste cose mediche nello specifico, no?
Mi son preso cinque minuti per ripassare e scrivere una cosa sensata. CINQUE MINUTI

Il medico che fornisce integratori di ferro a un talassemico che minchia ci sta a fare dietro quella scrivania?

In generale: bisogna avere fortuna, ma la fortuna è un parametro che non dovrebbe esistere quando incontri un medico (o un nutrizionista). Perché la mia fortuna nel trovare quello giusto mi può salvare la vita e la tua sfiga può avere l’effetto opposto e questo non è contemplabile quando ci si va a curare per qualcosa da un professionista.

Vabbè volevo dirlo.

https://www.msdmanuals.com/it-it/professionale/ematologia-e-oncologia/anemie-emolitiche/talassemie

https://thalassemia.com/treatment-guidelines-16.aspx#gsc.tab=0

https://jandonline.org/article/S2212-2672(16)30326-4/fulltext#back-bib2

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.