I CHETONI ESOGENI (espressione di stupore e meraviglia!)

Sono sostanze che “mimano” la chetosi.

La chetosi è quel processo semi-fisiologico che porta a tutta una serie di adattamenti ormonali che, prima di tutto fanno perdere liquidi e un pochino di massa muscolare (perlomeno all’inizio), poi fanno perdere l’appetito perchè la loro produzione “intossica” l’organismo, quindi facilitano la mobilizzazione delle riserve lipidiche (ma solo in un regime ipocalorico, non si pensi che la dieta chetogenica faccia perdere peso perchè magica, il peso si perde quando si fa un’ipocalorica perchè altrimenti si può pure acquistare!), abbassano la produzione di insulina (e questa è ormai considerata come una cosa buona, ma non si sa perchè), aumentano quella di glucagone e di adrenalina e noradrenalina (che aiutano anch’essi a mobilitare le riserve di grasso).

Questi adattamenti avvengono quando si segue una dieta chetogenica, cioè quando si aboliscono o quasi i carboidrati e si attende del tempo per entrare in chetosi. Si dovrà seguire una dieta molto….strana, con un sacco di grassi (che spesso non si sa da dove raccattare) e giuste proteine (a volte anche più del giusto a seconda delle diete, vedi la Dukan), poche fibre (e infatti la stipsi è dietro l’angolo) e possibile carenza di nutrienti (ma chissenefrega no?).

Una dieta socialmente poco attuabile, ma chissenefrega2, ora siamo in lockdown, no?

Ora, i chetoni esogeni sono…chetoni già belli e pronti.

L’illusione è quella di poter indurre una chetosi prendendoli come un farmaco e magari NON FARE una dieta chetogenica per imboccare una scorciatoia. L’illusione è quella di magari dimagrire continuando a mangiare quel che ci pare che tanto ci sono i chetoni.

Solo che: i chetoni presi così NON inducono una vera chetosi. Si avrà solo un aumento della chetonemia e basta ma tutti quegli adattamenti metabolici che provoca la dieta chetogenica NON ci saranno.

Quindi è una totale cavolata soprattutto considerando che i chetoni esogeni hanno le loro calorie e che per mantenerli nel sangue in modo costante (anche se il trucco funzionasse) bisognerebbe prenderli molto spesso con notevole alleggerimento del portafoglio (ma chissenfrega3, tanto ora sto chiuso in casa e non spendo niente…) e col rischio di ingrassare invece che di dimagrire (se il corpo usa i chetoni per funzionare che fine fanno gli altri nutrienti che mangiamo? vanno in ciccia).

Insomma una scorciatoia di una scorciatoia: entrambe non finiscono da nessuna parte.

Senza contare che così non si impara a mangiar bene (ma chissenefrega4 io devo solo dimagrire, non rompere le scatole Bernardini!)

Condividi...

Di Dott. Gabriele Bernardini

Biologo, nutrizionista, toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.